Prosciutto di Parma A22

Questo eccellente Prosciutto di Parma DOP, ottenuto nel pieno rispetto del Disciplinare di Produzione, è stato chiamato con il codice identificativo che il Consorzio del Prosciutto di Parma ha assegnato all’azienda: “A 22”, un nome senza fronzoli che per certi versi va a sottolineare l’essenzialità degli ingredienti impiegati per la produzione: cosce suine italiane della miglior qualità, sale… e nient’altro.

Questo codice, impresso a fuoco assieme alla corona a cinque punte del Consorzio, identifica in maniera inequivocabile la produzione di Selezione srl, quantificabile intorno ai 10.000 pezzi all’anno: una sorta di “tiratura limitata” che permette di mantenere elevati standard di qualità.

L’azienda di Tizzano Val Parma (PR) sceglie con cura la materia prima per i suoi prosciutti approvvigionandosi da macelli di Lombardia ed Emilia Romagna e selezionando solo cosce pesanti del peso fresco di 15-18 kg circa. La lavorazione segue alla lettera il procedimento tradizionale: una complessa sequenza di interventi come rifilatura, salagione, dissalagione, toelettatura, lavaggio e sugnatura, solo per citarne alcuni. Tali passaggi sono intervallati da precisi tempi di riposo in celle frigorifere e locali di stagionatura, e seguiti da una lunga maturazione della durata minima di 18 mesi, durante la quale i prosciutti riposano all’interno di una cantina naturale che inebria coi profumi caratteristici della stagionatura.

Al termine della stagionatura le cosce avranno perso buona parte del loro peso, arrivando a circa 10-12 kg, ma la vera trasformazione sarà avvenuta al loro interno: la carne fresca si sarà trasformata in uno squisito Prosciutto di Parma, dal sapore dolce ma con un carattere tutto suo. La particolarità delle lavorazioni e dell’ambiente di stagionatura fanno del prosciutto di Parma “A 22” di Selezione srl un prodotto sapido, gustoso e dalla spiccata aromaticità, caratteristiche organolettiche di pregio che trasmettono intense emozioni al palato.

Web Agency: Zenzero Comunicazione